Supermercato, Pellacini: “Ha chiuso. E’ così che vogliamo via D’Azeglio?”

( Fonte Comune.Parma.it )

La serranda abbassata, e lo sgombero degli scaffali in corso all’interno. “Era tutto annunciato, ma l’Amministrazione non ha dato segnali per salvare il supermercato di via D’Azeglio e i suoi lavoratori”, commenta il consigliere di minoranza Giuseppe Pellacini, promotore di una raccolta firme arrivata a quota 1355 per evitare che al posto del supermercato nasca una sala giochi.

“Non avremmo voluto trovarci qui oggi ma quanto si temeva, purtroppo, sta succedendo. Il supermercato, non esiste più.
Chi mi accusava di terrorismo, il Sindaco Pizzarotti in Consiglio comunale, ora deve rimangiarsi le sue parole. Un quartiere ha perso il suo punto di riferimento e venti persone non sanno cosa sarà della loro vita lavorativa, il loro futuro è incerto”.

“Consegneremo al più presto le firme al Prefetto, al Questore e al Sindaco ovvero coloro che possono intervenire perché non si apra una sala giochi, perché queste persone non perdano il lavoro e perché si faccia di tutto per avere un supermercato in via D’Azeglio. L’Oltretorrente è un quartiere che soffre da troppo tempo di troppi problemi. Il silenzio del Comune credo sia il più grave di tutti questi perché senza l’intervento di chi deve, per legge, avere la competenza su sicurezza, ordine pubblico, salute e sull’ordine sociale allora nulla è possibile.

( Prosegue su  Comune.Parma.it )