“Suo figlio è in arresto, servono soldi per liberarlo”. Due truffe ad anziani in poche ore

( Fonte Il Foglia )

Due truffe, ancora anziani nel mirino.
Un uomo ha chiamato una signora di 71 anni di Pesaro fingendosi un avvocato. “Suo figlio ha investito un uomo e ora è in caserma. Per liberarlo servono dei soldi”. Ma la donna ha detto di non avere contanti. Così il finto avvocato le ha chiesto se avesse dell’oro e che ci avrebbe pensato lui a cambiarlo in denaro. La signora è cascata nel tranello e ha invitato il truffatore a casa consegnando monili per circa 5000 euro. Poco dopo si è accorta della truffa e ha denunciato tutto ai carabinieri.

Ma non è l’unico caso. Anzi gli investigatori pensano possa trattarsi di una banda organizzata e raccomandano molta attenzione. Questa volta la vittima è una 90enne residente in centro storico. Due persone si sono presentate alla porta spacciandosi per carabinieri. Le hanno detto di aver visto due zingarelle che si erano arrampicate in casa e volevano controllare se avessero rubato qualcosa. Ma una volta entrati le hanno chiesto di controllare la borsa. Una volta distratta, hanno asportato contanti e monili per ben 8000 euro.
( Fonte Il Foglia )