Quei lunghi minuti in balìa dei ladri. Notte da incubo per un’anziana

( Fonte La Nazione )

Proprietaria di bar picchiata e rapinata: banditi fuggiti con i soldi

Viareggio, 29 giugno 2017 – In balìa dei ladri per alcuni, terribili minuti. E’ stata una notte da incubo per Silvana Picchi, 74 anni, storica titolare del bar Diana sul viale Puccini a Torre del Lago. I banditi l’hanno picchiata e rapinata dei soldi, degli oggetti di valore e anche di qualche ricordo personale. Solo le urla di un passante – che aveva notato un uomo che faceva da palo – hanno messo in fuga i banditi.

E’ successo attorno all’una delle notte fra martedì e mercoledì. La signora Silvana stava dormendo in camera sua quando è stata svegliata da alcuni violenti colpi alla finestra del bagno. «Ho pensato fosse già il temporale…», ha detto la donna che si è alzata dal letto ed è andata a controllare. Nel momento in cui si è avvicinata alla finestra, i banditi l’hanno aperta di colpo scaraventando a terra la donna. Erano due giovani sui trent’anni dai modi sbrigativi. Il volto parzialmente coperto, avevano una parlata dell’Europa dell’est. Una volta entrati in casa (al piano di sopra rispetto al bar) hanno afferrato la donna e l’hanno buttata sul letto. Uno l’ha minacciata con un punteruolo che le ha puntato alla gola. Contemporamente le ha strappato dal collo una collanina con il medaglione con la foto del marito deceduto. Poi le ha strappato gli anelli che aveva al dito, fra cui la fede nunziale. I banditi hanno cercato anche i soldi e altri oggetti di valore. Forse sapevano che la donna, proprio martedì mattina aveva prelevato del contante dalla banca. Sono riusciti a trovare 4 mila euro dopo aver buttato tutto all’aria.

( Prosegue su La Nazione )