PORCARI «C’è il metano nell’acqua»: ancora truffe agli anziani – Cronaca

( Fonte Altopascio )

PORCARI. Suona il campanello, la padrona di casa apre la porta. «Presto signora, devo fare un controllo urgente, c’è il rischio di una presenza di gas nell’acqua». Sono quasi le 13 quando la malcapitata anziana stava cucinando nella sua abitazione in via Romana Est e non avrebbe mai sospettato che quella persona, dalla giovane età, non era un tecnico dell’acqua e del metano che voleva controllare che non ci fossero possibili perdite dalle tubature della casa, bensì un truffatore vero e proprio.

L’anziana si fida, lo fa entrare. E lui la deruba. Un piano che è andato a segno da parte del giovane, da una prima sommaria ricostruzione di accento italiano, che con uno stratagemma ha raggirato l’ottantantenne anziana convincendola ad uscire di casa perché c’era il rischio di una presenza di gas nell’acqua e quindi pericoloso per la casa. L’anziana spaventata ha eseguito le istruzioni del finto tecnico. Di fatto lasciando via libera al truffatore che è entrato nella camera ed ha portato via una collana d’oro che era sotto il cuscino. Solo quanto è tornata in casa la donna si è resa conto che qualcosa non andava e di essere stata derubata. Ha subito avvisato il figlio che ha segnalato l’accaduto ai carabinieri che indagano sull’episodio.

( Prosegue su Altopascio )