Parma non ha paura: oltre 300 persone rispondono all’appello sulla sicurezza

( Fonte ParmaDaily )

parma_non_ha_paura

Più di trecento persone sono accorse ieri sera al Work Out Pasubio, simbolo della rinascita del quartiere San Leonardo, per ascoltare Stefano Dambruoso, magistrato antiterrorismo, parlamentare e questore della Camera dei deputati, e Andrea Di Nicola, criminologo di fama internazionale e fondatore di eCrime, parlare di sicurezza e immigrazione, e dei modi in cui gestirle anche nella nostra città, su invito di Parma non ha paura. Introdotti dall’avvocato Andrea Bertora e moderati da Luigi Alfieri, i due esperti hanno affrontato senza tabù e preconcetti i temi della serata.

“Per contrastare il crimine – ha spiegato Di Nicola – abbiamo introdotto anche a Trento un concetto che si sta diffondendo nel mondo e applicabile pure a Parma. Quello di polizia predittiva. Questo strumento permette di leggere il futuro, attraverso l’elaborazione di dati significativi e per mezzo di specifici algoritmi. Se questura, carabinieri, comune e altri enti ci forniscono certi dati, noi possiamo dire come e quando colpiranno i ladri nei prossimi giorni. Questo anche sulla base di informazione pratiche banali.

Gli algoritmi tengono conto di alcune verità semplici: i criminali raramente agiscono col maltempo. A differenza di quanto si crede, non è vero che i criminali quando hanno colpito un’abitazione non tornano più. E’ dato pressoché assodato che nelle successive due/tre settimane si appalesano nuovamente. Se non nella stessa casa, dal vicino o nella via. Quindi – ha proseguito – sulla base di tante informazioni di questo tipo, partendo dai dati del passato è prevedibile prevedere dove si andrà a concentrare la criminalità”.

( Prosegue su ParmaDaily )

Comments are closed.