Ok al controllo di vicinato, ma serve anche altro

( Fonte Qui News Val di Cornia )

Controllo del vicinato per un filo diretto con le forze dell’ordine, anche se le telecamere rassicurerebbero i cittadini di alcune zone della città

90-controllo-di-vicinato-piombino

PIOMBINO — Si è svolto l’incontro promosso dall’Amministrazione comunale per il Controllo di vicinato. Ma in cosa consiste questo tipo di controllo? Non sono ronde e non si sostituiscono alle forze dell’ordine, ma possono aiutare a”sorvegliare” il territorio attraverso la promozione di alcune abitudini che rinsaldano, appunto, i rapporti di vicinato.

Suona un allarme a casa del vicino? Lo chiamo per accertarmi che sia tutto ok. Sento qualcuno urlare o un cane abbaiare? Mi affaccio per controllare se c’è qualcosa che non va. Queste sono solo alcune delle accortezze che un controllore del vicinato può mettere in pratica nella vita quotidiana. Accortezze, certo, che da sole non risolvono tutti i problemi di sicurezza, ma che assieme ad altre rappresentano una vera e propria task force.

Dotare le proprie case di allarme, illuminare i meandri più scuri nel retro dell’abitazione o una porta con una serratura sicura per esempio rientrano in quella serie di precauzioni che, prima di tutto, mettono in sicurezza il luogo in cui viviamo.

( Prosegue su Qui News Val di Cornia )

Comments are closed.