Modena, controlli di vicinato: nel 2018 boom di adesioni «Al lavoro per migliorare»

( Fonte Gazzetta di Modena )

«Ci sono alcune cose ancora da mettere a punto, a partire dalla scelta di cosa meriti di essere condiviso nella chat e cosa debba restarne fuori, ma stiamo lavorando, e sono convinto che la…

MODENA . «Ci sono alcune cose ancora da mettere a punto, a partire dalla scelta di cosa meriti di essere condiviso nella chat e cosa debba restarne fuori, ma stiamo lavorando, e sono convinto che la collaborazione con la polizia municipale darà buoni risultati».

A dirlo è Giancarlo Guarente, referente del gruppo di controllo di vicinato della zona Salvo d’Acquisto, nato poco più di un mese fa, mentre l’ultimo arrivato è il gruppo di stradello San Marone, a Saliceta San Giuliano. Perché sono circa 950 i cittadini coinvolti a Modena nel controllo di vicinato, con 29 gruppi formalmente costituiti. Gruppi i cui referenti hanno partecipato all’incontro di ieri mattina al Comando della polizia municipale di via Galilei, dove a fare il punto è stata la vicecomandante Patrizia Gambarini, in prima linea sul tema dalla nascita dei primi gruppi

( Prosegue su Gazzetta di Modena )

Comments are closed.