Mirano, nella frazione di Campocroce presentato Controllo del Vicinato

( Fonte La Piazza Web )

Martedì 7 novembre alle 20.30, presso la scuola “Silvio Pellico”, si è tenuto l’incontro di presentazione dell’attività di Controllo del Vicinato dedicato alla frazione di Campocroce di Mirano. All’incontro erano presenti la sindaca Maria Rosa Pavanello, la responsabile regionale dell’Associazione Controllo del Vicinato Antonella Chiavalin (con la referente per Mirano Martina Carraro e quella per Spinea Irene Gola), il comandante della compagnia dei Carabinieri di Venezia-Mestre, maggiore Antonio Bisogno, il comandante della Guardia di Finanza di Mirano, capitano Michele Soragnese, il comandante della Polizia locale dell’Unione dei Comuni del Miranese Michele Cittadin. Il Controllo del Vicinato è uno strumento di controllo del territorio e prevenzione di attività illegali (es. furti). Si basa sulla partecipazione volontaria dei cittadini, che segnalano alle forze dell’ordine eventuali situazioni anomale che notano nel loro quartiere. L’attività è organizzata in gruppi, i cui membri sono in contatto tramite telefono, messaggi, ecc. Durante l’incontro, oltre a come funziona quest’attività, è stato spiegato perché è fondamentale che un’attività volontaria di controllo del territorio da parte dei cittadini operi secondo le norme e sia riconosciuta dalle autorità che si occupano di ordine pubblico. È stato inoltre illustrato come aderire all’iniziativa (rivolgendosi direttamente all’Associazione o al Comune di Mirano). Al termine della serata, alcuni cittadini hanno espresso la loro disponibilità a creare un gruppo di controllo per Campocroce. Dopo gli interventi degli oratori ha avuto luogo il dibattito con il pubblico. L’obiettivo è creare gruppi in varie zone di Mirano e frazioni, per aumentare la copertura del controllo. Per formare o aderire ai gruppi non è necessario aderire all’Associazione Controllo del Vicinato. Un nuovo incontro di presentazione si terrà martedì 14 novembre al Teatro Belvedere. La cittadinanza è invitata a partecipare. Per informazioni è possibile rivolgersi al Comune di Mirano. La sindaca Pavanello ha spiegato che, nei comuni dove sono presenti, i gruppi di controllo del Vicinato stanno funzionando bene e come queste modalità di supporto alle forze che si occupano dell’ordine pubblico nascano come «esigenza e richiesta dei quartieri, delle vie, dei cittadini. I comuni ne prendono atto e aderiscono al protocollo promosso dalla prefettura.

( Prosegue su La Piazza Web )