Furti e truffe, incubo delle anziane con problemi psicofisici: 5 in manette

( Fonte New Sicilia )

AGRIGENTO – Furti e truffe ai danni di persone con problemi psicofisici. Per questo 5 persone sono finite in manette, tre delle quali sono state condannate ai domiciliari.

L’attività investigativa, coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica dottor Francesco Augusto Rio e condotta dai militari della Stazione di Piazza Armerina tra i mesi di marzo e maggio 2016, anche attraverso mirate attività classiche di pedinamento e appostamento, ha permesso di individuare i componenti di un consistente sodalizio criminale operante nel comune di Piazza Armerina, dedito a furti e truffe ai danni di anziane donne indifese.

In particolare, nel mese di marzo del 2016, Giuseppa Anna Arena e Giuseppe Sarda, con la scusa di aver necessità di usufruire dei servizi igienici, si sono introdotti in casa di una donna di 85 anniresidente a Piazza Armerina, affetta da demenza senile. Approfittando del precario stato di salute psicofisico della vittima, quindi, hanno cominciato a cercare all’interno dei cassetti dei mobili della casa e, solo grazie all’arrivo della badante, i due hanno deciso di andar via.

( Prosegue su New Sicilia )

Comments are closed.