Furti nelle abitazioni: cambiano i segnali dei ladri per riconoscere le case “sicure”

( Fonte Ciociaria )

Cassino – La simbologia è differente anche a seconda delle organizzazioni criminali. Le forze dell’ordine chiedono la collaborazione dei cittadini

Alle bande che agiscono su tutto il territorio non serve la comunicazione verbale. I segni valgono oro quando permettono di portare a termine il lavoro e di rendere il rischio prossimo allo zero. Dopo lacci e pezzi di stoffa annodati ai cancelli, sempre più spesso a Cassino e nel suo hinterland sono “comparse” lattine abbandonate davanti ai portoni prima dei raid. A un occhio poco attento potrebbero non dire molto. Ma ai malviventi, ben organizzati, indicano invece dove poter agire indisturbati. Se lasciata in verticale o in orizzontale la lattina può indicare, a seconda del codice utilizzato, cose diametralmente opposte: può significare via libera o casa occupata dai proprietari e quindi non appetibile in termini di rischi. Chi è stato “visitato” dai ladri, invece, ora nota tutto. Anche quei piccoli dettagli che prima del colpo parevano insignificanti. Le forze dell’ordine lo sanno e stanno dando una risposta immediata alla cittadinanza con posti di blocco rafforzati e controlli mirati per prevenire i reati predatori, particolarmente invasivi, visto che vanno a ledere la sfera dell’intimità familiare.

( Prosegue su Ciociaria )

Comments are closed.