Controllo di vicinato: al via gli incontri con la municipale

( Fonte SassuoloOggi )

Sala gremita ieri sera nella parrocchia di Braida per il primo incontro dedicato al controllo del vicinato con la polizia municipale. “Questo progetto – ha detto Gianluca Albertazzi, rappresentante del gabinetto del presidente della giunta Regione Emilia Romagna – nasce negli Stati Uniti con un’idea precisa: se noto nel mio quartiere qualcosa di anomalo è importante che impari a segnalare in modo corretto cosa sta succedendo, facendo “gioco di squadra” con i miei vicini”.

L’idea è di creare un gruppo di persone, partendo dai quartieri Collegio Vecchio e Braida , che potranno segnalare e prevenire in modo qualificato fenomeni criminosi ad un coordinatore che si occuperà di allertare l’agente di polizia locale incaricato di sorvegliare il quartiere. Quando il controllo di comunità diventerà effettivo, sarà necessario apporre un cartello, rilasciato dal Comune, con la dicitura “zona sottoposta a controllo di vicinato”. “Si tratta di un’operazione – afferma il comandante della polizia municipale Rossana Prandi – che renderà più difficile la vita dei ladri e che speriamo di estendere a tutta la città”.

( Fonte su SassuoloOggi )