Controllo del vicinato, fioccano le adesioni

( Fonte L’Arena )

Il primo passo ufficiale del Controllo di vicinato ha fatto salire sensibilmente il numero della cinquantina di volontari propensi a farsi sentinelle contro la microcriminalità nei quartieri di Zevio.Soddisfatto Giannatonio Bonato, tra i principali trascinatori dell’iniziativa, al termine del partecipato incontro in sala civica per rimarcare la necessità di tornare a quando la solidarietà tra vicini era come il pane quotidiano. E quindi furti nelle case e altri reati contro la proprietà e le persone trovavano argini quasi invalicabili grazie all’attenzione posta alle vicende del prossimo della porta accanto.

All’assemblea in sala civica hanno partecipato anche il sindaco Diego Ruzza, l’assessore alla sicurezza Antonio Strambini, il capitano della polizia municipale Vincenzo Esposito. Accanto a Bonato, in veste di relatore c’era anche il responsabile provinciale del Cdv, Stefano Mischi. Bonato ha sottolineato che il mezzo per combattere la delinquenza nei quartieri è a portata di tutti: segnalare alle forze dell’ordine, con chat, eventuali situazioni anomale. L’anima del Cdv zeviano ha proseguito escludendo che il Controllo di vicinato possa sconfinare nella violazione della privacy.

( Prosegue su L’Arena )