Cinque gruppi di vicinato «È videosorveglianza umana»

( Fonte Il Tirreno )

Ecco chi sono i coordinatori dei gruppi WhatsApp che vigilano sui quartieri «Non facciamo gli eroi, se c’è una situazione sospetta avvertiamo la polizia»

Una videosorveglianza naturale. Così Marco Boretti definisce i gruppi di controllo di vicinato. Boretti è il coordinatore del gruppo di Iolo, uno dei cinque attualmente presenti in città. Tutti attivi attraverso una chat di WhatsApp per tenere gli occhi sempre ben aperti su quanto accade nella propria zona di residenza.

Il primo gruppo di controllo del vicinato nato a Prato, lo scorso anno, è quello di Maliseti coordinato da Giovanni Mosca, poi è seguito quello della Querce (coordinatore Alessio Zipoli), quindi Iolo (coordinatore Marco Boretti), della Castellina (coordinatori Enrico Belluomini e Federico Torri) e infine quello di via Petrarca (coordinatori Enzo Tusa e Sanzio Cappellini).

( Prosegue su Il Tirreno )

Comments are closed.