Case occupate, il rione Pertini prepara un esposto in procura

( Fonte La Nuova Venezia )

MESTRE. Affollata assemblea dei residenti, che hanno deciso di aderire al controllo del vicinato

MESTRE. Quasi duecento persone sabato mattina al circolo Auser del rione Pertini per l’assemblea contro le occupazioni. I residenti, dopo l’ultimo episodio con l’occupazione di un alloggio Ater da parte di un gruppo di uomini che hanno anche minacciato gli abitanti, usciti nel cuore della notte allarmati dai rumori che provenivano dalla strada, hanno deciso nell’assemblea, partecipata e ricca di interventi, di aderire al progetto di controllo di vicinato e di preparare un esposto alla magistratura.

Nel rione Pertini una trentina sono gli alloggi pubblici, per lo più gestiti da Ater, sfitti e con porte e finestre sprangate. Una dozzina le occupazioni. “Le case sfitte vanno subito riassegnate e dai bandi vanno escluse quelle persone che hanno commesso reati contro il patrimonio come sono appunto le occupazioni”, hanno ribadito i cittadini assieme al portavoce Giorgio Rocelli.

( Prosegue su La Nuova Venezia )