Bergamo: diminuiscono i furti grazie al “Controllo del Vicinato” su WhatsApp

( Fonte UltimeNews.it )

Una struttura trasparente, regole ben precise ed internauti di tutte le età

Difendersi su WhatsApp. La tecnologia al servizio della comunità per offrire un servizio di pubblica utilità. Questo è quello che succede a Treviolo, in provincia di Bergamo. L’iniziativa ha un nome ben preciso “Controllo del Vicinato”. Non si tratta di ronde, bensì di gruppi virtuali, dove entrano a far parte delle chat su whatsapp cittadini del luogo, e per ogni via c’è un responsabile; una sentinella che comunica quando vede qualcosa di strano. L’idea è sorta quando a dicembre 2015 un’anziana del paese rincasando dalla spesa, si accorge che i ladri le hanno svaligiato casa. Perciò alcuni cittadini cominciano ad unire le forze, creando una chat su una delle app di messaggistica più diffuse ed utilizzate. Il gruppo aperto a qualunque genere ed età, ha delle regole ben precise.

L’autodifesa. Lo scopo è quello dell’autodifesa non dell’intervento sprovveduto. La prima regola è non intervenire, bensì allertare il 112. Quando si nota qualcosa di strano è necessario comunicare il tipo di veicolo, il colore, la targa e la corporatura dell’uomo, così da aiutare le forze dell’ordine ad acciuffarlo in caso di reati. E il sistema sta funzionando. Grazie all’attenzione e alla particolarità dei dettagli forniti, molti ladri sono stati arrestati poco dopo le segnalazioni. Eppoi sapendo che la zona è sorvegliata virtualmente, i ladri ci pensano su due volte prima di procedere. Infatti i furti sono diminuiti e anche gli atti di vandalismo, quali la foratura delle auto per semplici screzi. Certo i rischi ci sono, come quello di segnalare coppie sospette che magari sono semplici amanti. Ma naturalmente con un po’ di prudenza, si riesce a distinguere se si è davanti a brutti ceffi oppure a relazioni clandestine. Il sistema è ben strutturato e ha delle regole da rispettare.

( Prosegue su UltimeNews.it )