Anche a Cajello prima la sicurezza. Con il controllo di vicinato

( Fonte La Provincia di Varese )

È stato presentato ieri il progetto: hanno aderito più di 80 persone, soglia minima per l’attivazione

Nella serata di ieri, all’oratorio Parrocchiale di Cajello, più di 80 persone hanno partecipato all’incontro pubblico per la presentazione del progetto Controllo del Vicinato che partirà a breve nel rione a nord di Gallarate.

Dopo Cedrate anche Cajello entra a far parte del CdV e il progetto verrà attivato nelle vie Passo Campolongo, Passo Resia e Cascina Boffalora. In queste vie hanno deciso di aderire 83 famiglie, pari al 60% dei residenti, superando così la soglia minima richiesta per l’attivazione.

«A Gallarate sta andando molto bene (già 733 famiglie coinvolte) anche grazie all’amministrazione che ha sostenuto il progetto – afferma il responsabile per l’Alto Milanese del progetto Controllo del Vicinato Walter Valsecchi – Non facciamo ronde ma cerchiamo di mantenere alta l’allerta sul territorio». Il programma prevede l’auto-regolazione tra i cittadini e la comunicazione via WhatsApp: «Una chat senza fronzoli – precisa Valsecchi – Deve essere usata solo per segnalare auto sospette, truffe e raggiri a danno dei più anziani».

( Prosegue su La Provincia di Varese )