TRUFFE, SU SITO PREFETTURA FIRENZE DUE GUIDE PER EVITARLE

( Fonte ControRadio )

Pubblicate sul sito della Prefettura due guide per aiutare le persone a non cadere vittime di truffe. Giuffrida: “Importante operare su educazione finanziaria”.

ge_truffe_9002

Sono state pubblicate sul sito della Prefettura di Firenze due guide contenenti consigli per evitare le truffe finanziarie, rivolte soprattutto alle persone anziane e a coloro che hanno una minore educazione finanziaria. Si tratta di una serie di accortezze da adottare in molte circostanze – agli sportelli automatici, quando si usa la carta di credito, quando si compra online o si fanno investimenti – e di informazioni su cosa fare e a chi rivolgersi nel caso si sia vittime di imbrogli.

Due vademecum con sintetici suggerimenti, indirizzi email, numeri di telefono da contattare per avere delucidazioni o ricevere aiuto, e una corposa guida che spiega quali sono le varie tipologie di truffe finanziarie, dove avvengono, con che modalità, chi le compie e cosa fare per difendersi. Entrambi sono stati messi a punto dalla cabina di regia che opera a Palazzo Medici Riccardi nell’ambito del “comitato di coordinamento per prevenire le truffe finanziarie”, che colpiscono in particolare le fasce sociali più deboli celandosi dietro falsi professionisti, tecnici, rappresentanti di associazioni umanitarie che suonano alla porta e dietro investitori improvvisati e spregiudicati.

L’iniziativa è nata da un protocollo d’intesa siglato a Roma lo scorso 3 maggio tra il Ministero dell’Interno e l’Associazione Bancaria Italiana (Abi), che ha istituito in ogni prefettura d’Italia queste task force con il compito di raccordare le diverse iniziative – soprattutto quelle di carattere formativo e informativo – che vengono realizzate sul territorio provinciale. Il team fiorentino, che si è costituito il 20 giugno e di cui fanno parte esperti delle forze di polizia e di ABI-Toscana, si è dotato di una cabina di regia che ha l’obiettivo di tradurre in pratica le azioni progettate. Questi due documenti sono il primo step di un percorso per mettere in grado il cittadino, che si trovasse di fronte a potenziali truffatori, di reagire con la dovuta consapevolezza e prontezza.

( Prosegue su ControRadio )