Sala Baganza: contro i furti arriva il controllo di vicinato

( Fonte Gazzetta di Parma )

«Dobbiamo rendere la vita difficile a questi soggetti!». Le parole di Franco Drigani, comandante del corpo unico di polizia municipale dell’Unione pedemontana, in conclusione all’incontro organizzato con la comunità di Talignano per discutere del controllo di vicinato riassumono il senso della proposta che l’amministrazione comunale ha fatto giovedì sera agli abitanti della frazione salese: l’istituzione del controllo di vicinato non come soluzione ai problemi di furti nella Valle ma come strumento deterrente utile.

«La proposta che vi facciamo si basa su un aspetto tipico di Talignano: il senso di comunità – ha detto Aldo Spina ad una cinquantina di abitanti presenti all’incontro nella canonica -. Il controllo di vicinato consente di darsi una mano prestando attenzione intorno a noi. C’è un sistema di relazioni che consente di arrivare a costruire una rete un po’ più efficace per quei tipi di reati cosiddetti predatori ed è utile ragionarne con voi perché la Valle dello Scodogna ha questo problema. Il Comune non ha competenze specifiche sulla sicurezza e rispetta il lavoro delle forze dell’ordine. Le esperienze attive di controllo di vicinato danno qualche risultato e sono esperienze che ci piacciono perché puntano sulla collaborazione tra cittadini. Non è ovviamente una soluzione ma può aiutare ad essere più efficaci».

( Prosegue su Gazzetta di Parma )

Comments are closed.