“Ci sentiamo abbandonati, il Comune agisca rapidamente”

( Fonte Gazzetta di Parma )

Un gruppo di cittadini chiede uno sforzo bipartisan ai consiglieri (oltre alla giunta) per affrontare i problemi del quartiere

Un gruppo di cittadini di San Leonardo ha inviato una lettera alla giunta e ai consiglieri comunali per chiedere che il Comune affronti i problemi del quartiere, che “si sente abbandonato dall’Amministrazione”, soffrendo “da troppi anni di problemi di illegalità diffusa e di insicurezza”. Il gruppo ha creato su Facebook la pagina “Manifesto per San Leonardo” e, rivolgendosi agli amministratori, sottolinea che il quartiere “è una priorità”. La lettera invoca un impegno bipartisan: “Vi chiediamo di unire idee, proposte, forze (maggioranza ed opposizione insieme) ed agire rapidamente per il bene comune di questo quartiere e della città”.

Ecco la lettera che il gruppo di cittadini ha inviato ai membri della giunta e ai consiglieri comunali di Parma: 

Il Quartiere San Leonardo è da molti anni considerato un quartiere di serie B.
E’ stato detto da altri e lo ribadiamo noi oggi: fin dalle proteste del 1999 quando alle dichiarazioni degli amministratori che lo definivano la “porta” della città, i cittadini replicavano che era meglio definirlo lo “zerbino” della città.
Un Quartiere che sta subendo una profonda trasformazione etnica e demografica, che anche per questo fa fatica a mantenere una sufficiente coesione sociale e necessita quindi di essere sostenuto in questo percorso di cambiamento affinché le diversità non diventino occasione di conflitto e paura.

( Prosegue su Gazzetta di Parma )

Comments are closed.